F.A.Q.

Frequently Asked Question

Come si evince dalla domanda, si tratta di un colloquio in cui il coach incontra il suo cliente.

Viene ad essere una conversazione riservata in cui il coach tramite una serie di domande aiuterà il cliente a trovare le soluzioni utili al raggiungimento del suo obiettivo.

Il primo incontro è prettamente conoscitivo, e servirà ad entrambi Coach e Cliente se proseguire il percorso insieme. Sempre in questo incontro il cliente parlerà del suo obiettivo e delle eventuali problematiche connesse. Tale momento è importante per il Coach al fine di proporre al cliente un percorso adeguato e formulare il patto di coaching che il cliente, se intenzionato a proseguire, dovrà sottoscrivere.

Facciamo subito un po’ di chiarezza, il coaching non è psicologia o psicoterapia, non ha lo scopo di curare.

Il Coaching è un colloquio strutturato con specifiche metodologie utile a dare supporto al cliente nell’identificazione di un obiettivo ed al suo ottenimento.

Per tale motivo è giusto dire che si effettuano incontri o colloqui di coaching ed è preferibile usare meno la parola sedute che potrebbe richiamare qualcosa di medico.

Infine nel coaching puro, il coach non dà suggerimenti, consigli o giudizi, ma tramite le domande fa sì che il cliente trovi la giusta e corretta alchimia.

Questo perché il coach parte dal presupposto che il cliente abbia già le competenze e le conoscenze ma abbia solo bisogno di scoprirle e migliorarle.

Ciò non toglie che in date eccezioni in cui il cliente dichiari una difficoltà particolare, il coach, se provvisto della necessaria esperienza e formazione e dichiarandolo prima, può dare delle nozioni formative o una consulenza specifica.

Il coaching è applicabile a tutti gli ambiti, l’unico limite è dato dal fatto che il coaching è utilizzato per ottenere obiettivi come ad esempio:

Ho perso il lavoro e vorrei cercarne uno nuovo, magari che mi valorizzi di più.

Ho intenzione di aprire una nuova attività e mettermi in proprio

Vorrei avanzare di carriera e quindi prepararmi al cambiamento

Oppure

Vorrei migliorare il mio rapporto di coppia

Vorrei riuscire a gestire meglio il mio tempo

Vorrei riuscire a migliorare il mio rapporto con i figli.

Come vedi si può spaziare ovunque, l’importante è trovare un obiettivo adeguato e misurabile.

Con una semplice chiamata ed un primo incontro è possibile avere conferma di ogni progetto.

Il Coach da questo punto di vista è assimilabile ad un medico, in quanto è tenuto alla massima riservatezza.

Tra Coach e cliente si deve formare un rapporto di stretta fiducia al fine di dare la possibilità al cliente di poter trovare in sicurezza le risposte. Ad ogni modo sul nostro sito trovare il codice deontologico – etico e la privacy a cui fare riferimento.

Nel caso di un incontro diretto privato, nel primo incontro si andrà a conoscersi meglio e ad indagare un potenziale obiettivo. Successivamente il Coach stilerà il patto di Coaching in cui riporterà l’obiettivo e dichiarerà il percorso di Coaching nelle sue fasi (ad esempio 6 incontri una volta al mese). Dal secondo incontro in poi, dopo la firma del patto di Coaching, si entrerà nel vivo del percorso. Infine gli incontri possono essere fatti sia di persona in presenza che online tramite zoom, skype o whatsApp.

 

Nel caso di un’azienda, vi sarà un primo incontro con chi commissiona il percorso per capirne le esigenze e gli obiettivi desiderati.

Successivamente un incontro con il diretto interessato del percorso di Coaching per conoscersi e dargli modo di scegliere se proseguire con questo coach (N.B. questo passaggio è importante perché la responsabilità dell’ottenimento dell’obiettivo è del cliente, non del Coach).

Successivamente a questi primi due incontri ve ne sarà un terzo in cui il Coach presenterà il Patto di Coaching e se sottoscritto da tutte le parti, partirà il percorso vero e proprio.

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian